Benvenuto su casadivittorio
Collegamenti


Risorse > arte, musica, spettacolo

 

 

 

Renato Guttuso
Il Comizio - Omaggio a Giuseppe di Vittorio
, 1962, Olio su tela, cm. 240x294

Renato Guttuso, olio su tela, 1962

_____________________________________________________

 

Piero Guccione
A Di Vittorio - Alla sua passione morale, manifesto (1987)
(Milano, Archivio Centro Ricerche Giuseppe Di Vittorio)
Il manifesto riproduce il pastello originale di Guccione eseguito nel 1986 per la Direzione della Cgil Nazionale in vista delle celebrazioni per il trentesimo della morte di Giuseppe Di Vittorio. L'immagine venne utilizzata anche per la tessera Cgil del 1993

Piero Guccione, pastello, 1986

_____________________________________________________

 

Giannetto Guberti (Pescara di Ferrara 1915-1985)
Ritratto di Giuseppe Di Vittorio, Olio su tela, cm. 210x160 (1955)
(S. Maria di Codifiume, Ferrara - Camera del lavoro - Cgil)



[da www.cgilfe.it]

_____________________________________________________

 

Dino Di Santo
Giuseppe Di Vittorio. Gli anni della speranza, serigrafia (1982)
(Cerignola - L. Tomacelli Stampatore d'Arte; copia conservata presso l'Archivio Di Vittorio di G. Rinaldi, Foggia)
L'opera presentata in cartella, con una testimonianza di Pellegrino Sarno e un intervento Michele Raffaeli (nel 1982 segr. Camera del lavoro di Cerignola), fu edita nel 25° anniversario della scomparsa di Giuseppe Di Vittorio.

Dino Di Santo, serigrafia, 1982

_____________________________________________________

 

In onore di Peppino Di Vittorio (in 4 parti su 2 dischi 45 giri), disco da bancarella
Complesso caratteristico di Tony Di Palma. Edito a Barletta da G.M.S.C. 961-962; 1966 circa.  [Raccolta privata di Rocco Forte, Cerignola]

_____________________________________________________

 

Nicola Saponaro
Giorni di lotta con Di Vittorio, opera teatrale in due tempi (1971)
(Teatro Stabile di Bolzano - Stagione teatrale 1971-'72)
Giorni di lotta con Di Vittorio è andato in scena per la prima volta il 17 maggio in anteprima a Taranto e in prima nazionale il 18 maggio a Cerignola. L'edizione del Teatro Stabile di Bolzano, sotto la regia di Maurizio Scaparro, pur nella sua fedeltà al testo, non tiene conto delle indicazioni necessariamente naturalistiche contenute nelle didascalie dell'autore e propone, in accordo con lo scenografo Roberto Francia, uno spettacolo privo completamente di costumi e di ogni specie di truccatura, affidando alle luci e all'impianto scenico il compito della "finzione" teatrale.
Il testo originale è pubblicato nella collana Documenti (Teatro Stabile di Bolzano/Testi) dalla Marsilio Editori,, Padova 1972.


Nella foto: Fernando Pannullo, Torivio Travaglini, Antonio Paiola, Ivana Erbetta.
[fotografia tratta da www.teatro-bolzano.it/galleria_foto.php]

_____________________________________________________

 

MURALE "GIUSEPPE DI VITTORIO"
Centro di Arte Pubblica Popolare di Fiano Romano diretto da Ettore De Conciliis
Cerignola, 1975

Negli anni '80 l'opera viene rimossa a causa dei lavori di ristrutturazione della piazza dove era collocata. Non sarà mai più recuperata. Una parte dei pannelli che la componevano sono collocati negli scantinati del Municipio.

Vai all'approfondimento

____________________________________________________




BRACCIANTI La memoria che resta
spettacolo teatrale, 2003
Compagnia Armamaxa
in coll. con Provincia di Bologna, Provincia di Foggia e Tracce di Teatro d'Autore

liberamente ispirato a
La memoria che resta. Vita quotidiana, mito e
storia dei braccianti  nel Tavoliere di Puglia

di G. Rinaldi e P. Sobrero. [I ed. 1981, n.e. Edizioni Aramirè, Lecce 2004]


di e con
Enrico Messina, Micaela Sapienza

progetto e coordinamento
Enrico Messina, Giovanni Rinaldi, Federico Toni
 


Un momento dello spettacolo in una fotografia di Stefano Vaja

Sito web www.progettobraccianti.it
Sito web www.aramire.it/edizioni/pag016.htm

____________________________________________________

 

IL MINISTRO DEI POVERI GIUSEPPE DI VITTORIO
romanzo inedito di Rossella Lovascio

Pagine tratte dal romanzo sono state lette dall’attrice Paola Paglionico nella rassegna "Carte Segrete. Letteratura dal cassetto al teatro", iniziativa realizzata dal regista Mimmo Mongelli e dalla scrittrice pugliese Maria Marcone, per Nuove Produzioni Spettacolari.

Grazie a "Carte Segrete"  un lungo stralcio di romanzi inediti è letto in teatro da attori professionisti, ma anche sull’emittente radiofonica Controradio. L’opera, a giudizio degli spettatori, risultata di maggior gradimento, ottiene la pubblicazione per i tipi di Besa.

Rossella Lovascio, docente di lettere, insegna nella scuola superiore di secondo grado. Ha diretto riviste culturali e scritto numerose opere di narrativa e saggistica. E’ molto impegnata anche sul fronte della organizzazione culturale e della formazione nell’ambito della scrittura creativa. 

"Il ministro dei poveri Giuseppe Di Vittorio" ripercorre gli anni difficili del fascismo, della guerra e del dopoguerra. Il protagonista incarna l’aspirazione e la disperazione dei diseredati che, vivendo nella miseria più assoluta, chiedevano soltanto pane e lavoro, entrambi negati, chimere lontane. La lotta del segretario della CGIL fu dura, a volte senza risposte, ma spessissimo costellata di successi grandi e piccoli.  

L’iniziativa è stata patrocinata da Comune e Provincia di Bari e Regione Puglia ed è sostenuta da Università di Bari, Casa editrice Besa, Presìdi del Libro e Controradio.

[L'iniziativa è stata presentata al Teatro Duse il 28 marzo 2006]
Sito web www.nuoveproduzionispettacolari.it

 

<< torna all'indice risorse